Su di me…

Ho affrontato un solo trasloco nella mia vita, avevo sei anni e da quindici giorni frequentavo la prima elementare, ricordo che per me fu un trauma, ma da bambini ci si abitua presto e si fanno subito nuove amicizie.

Ho sempre amato la mortadella, quando marinavamo la scuola i miei amici entravano in pizzeria per fare colazione ed io in salumeria, avevo tutti gli occhi puntati su di me, ma non mi è mai interessato.

Crescere senza fratelli o sorelle è stato difficile, ma ho imparato a stare con me stesso, a conoscermi e a sviluppare la mia fantasia, finchè non sono arrivati gli amici a riempire quel vuoto che inevitabilmente sentivo nel cuore, come recitava lo spot di una nota marca di pasta italiana: “Gli amici sono i fratelli che ti scegli”

Determinazione, umiltà e affetto, sono tre aspetti del mio carattere che mi hanno guidato nella crescita personale e professionale, cercando sempre nuovi spunti, prefissandomi delle mete da raggiungere e sapendo ricevere e dispensare consigli, la generosità è alla base dell’insegnamento, e saper insegnare mi ha aiutato a saper imparare.

3 Comments

  1. Mariangela Peluso
    24 settembre 2012 at 02:25 · Rispondi

    “Chi trova un amico trova un tesoro”

    Bravo Manuel 😀 Congrats!! eres grande, si continuas así, llegaras lejos, eres un excelente profesor, con tan poco que te conozco me has enseñado mucho y una de las cosas mas importantes es aparte de ser humildes es tener fe en uno mismo y que gracias a tus enseñanzas podría llegar a ser una gran profesional 😀 Gracias. Espero poder seguir aprendiendo mucho de ti, no solo como profesor, sino como persona.

    Excelente tu pagina, me gusta.

    PD: deberíamos ser actores ahahaha.

    Tschuss.

    • Manuel Rosini
      24 settembre 2012 at 22:28 · Rispondi

      Gracias Mariangela, tus palabras me dan fuerza para seguir en mi camino. Seguro que va a ser una gran profesional.

  2. umbertina
    29 settembre 2012 at 16:00 · Rispondi

    mi piace molto il tuo concetto di insegnamento legato alla generosità, al sapersi “dare”, allo “spendersi” per trasmettere la conoscenza. è il modo più nobile di intendere la funzione educativa e didattica. sono convinta, poi ( e questa convinzione mi deriva da una ventennale esperienza!) che i migliori insegnanti siano prima di tutto delle “belle” persone e tu, senza dubbio, sei una bellissima persona.. :-)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code lang=""> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong> <pre lang="" extra="">